Ci sono libri e storie che ti entrano nel cuore e che poi, quando le vedi trasposte in narrazione cinematografica, ti deludono grandemente.

Ortone no! 

Il lungometraggio animato, che è stato realizzato in ben 4 anni di lavoro,  è uscito sugli schermi nel 2008, eppure è ancora estremamente piacevole da guardare con tutta la famiglia.

 

Il grande, ingombrante e sensibile elefante Ortone gioca con gli amici, si diverte ed è estremamente simpatico, ma il giorno in cui gli pare di avvertire un piccolissimo grido attraversare le sue grandissime orecchie: tutto cambia. Su quel minuscolo granello di polvere (avete capito bene, un granello di polvere!) da cui proviene il grido, abitano gli abitanti del paese dei Chi e quello che grida disperatamente al megafono del suo ufficio, è niente popò di meno che il Sinda-chi, sindaco della città di Chi non so.

Da quel momento Ortone rivelerà la sua generosità, il suo coraggio e il suo profondo senso di amicizia, mettendosi contro a tutti quelli che non credono in lui, per prima la temibile Cangura e facendo di tutto per proteggere il piccolo mondo che, piano piano, impara a conoscere.

Il messaggio di tolleranza e di comunità, che attraversa questa delicata storia, insieme alla modalità leggera e divertente con cui è veicolato,  rendono questo film  adatto al pubblico dei più piccini, che adoreranno i buffi animaletti espressivi, ma anche ai più grandi, che si godranno un racconto originale che potranno poi leggere sfogliando le pagine del libretto del Dr. Seuss, grandissimo narratore per bambini.

 

Buona visione!!